Il nostro posto

Siamo orme sulla neve,

mormorii lontani nel vento.

Docili fibre dell’universo

o ospiti indesiderati:

poco conta.

Questa casa ci è data.

Un divano (pulito o meno)

in una sterminata città:

questo contiamo.

E domani saremo dimenticati

come ieri non esistevamo

e il verde tornerà benvenuto

al suo trono usurpato

da questi Figli indegni.

credits

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo