Elisa e il suo nuovo album: finalmente l’attesa è finita

L’attesa per il tour di Elisa sta per trovare, finalmente, una fine. Manca poco meno di un mese all’inizio dei concerti che vedono protagonista la bella cantante triestina e il suo ultimo album “On”.
Elisa ci stupisce con questo nuovo album, mettendo da parte la sua timidezza per esplodere in un album fatto di colore e di suoni, che mette voglia di ricominciare, di andare avanti, di correre, di cantare e ballare sotto la pioggia estiva. L’album trasmettere quello che l’artista triestina definisce “tensione positiva”: dimostrare come le emozioni cambino da persona a persona e come queste agiscano nella nostra vita, ma soprattutto vuole dimostrare come tutto cambia, come si evolve e come questo sia fondamentale per andare avanti. Elisa si butta, rompe i suoi schemi senza avere paura di quello che verrà dopo e ci riesce alla grande.
Torna a cantare in inglese, un sogno che non ha mai abbandonato, un segno della sua voglia di stupire il pubblico e, prima di tutto, sé stessa.

“Ho bisogno di continuare a dimostrare delle cose a me stessa e anche agli altri. Non in maniera agguerrita, ma con qualcosa di sano. Rappresenta anche una fonte di stimolo: non mi è mai bastato quello che ho fatto. Penso sempre che ogni volta devo dimostrare che ha senso il nuovo disco che sto facendo, ha senso la nuova canzone che sto cantando. La prima persona per cui tutto deve avere senso sei tu.”
Elisa non cambia solamente la lingua e il carattere con cui scrive e che anima l’album. Si diverte a sperimentare anche con la sua voce, spaziando molto, definendola come “una esigenza di concentrarsi non su uno stile continuo, ma sulla singola canzone per dare vita a questa”. Viene spiegato quindi anche l’alternarsi di stili: dance anni 80’ in “Peter Pan”, la sua tanto amata ballad “Sorrido già”, il soul e il suo lato più romantico in “Bruciare per te”.

La Toffoli vuole anche uscire dall’immagine che ha costruito intorno a sé e lo fa tramite la realizzazione concreta del CD, con una copertina figurante un gattino e il booklet ricco di foto di lei e della sua famiglia.
“Il gattino fa parte di questa scelta più pop, di innovazione: non è un album intimista o introspettivo e quindi volevo cambiare il mio codice visivo. Volevo uscire dall’immaginario “Elisa”. Se non mettevo un fiore era una foglia, se non mettevo la foglia era il mare, se non mettevo il mare era sempre qualcosa legata ai miei elementi. Mi basavo sul mio gusto personale, sulla mia esperienza di vita, ma è un atteggiamento molto indie, intimista e introspettivo. Questo album non ha niente di indie, intimista e introspettivo. È completamente pop.”
Sarà il prossimo 8 novembre la data zero dell’“On tour”, che partirà da Jesolo, dando quindi vita al tour che inizierà l’11 novembre al Forum Nelson Mandela di Firenze. Seguiranno diverse tappe che vedranno la Toffoli impegnata in Italia per la promozione di questo album.
• 12 novembre Livorno, Modigliani Forum
• 14 novembre Torino, Pala Alpitour
• 15 novembre Genova, 105 Stadium
• 19 novembre Roma, Palalottomatica
• 20 novembre Roma, Palalottomatica
• 22 novembre Bologna, Unipol Arena
• 23 novembre Montichiari, PalaGeorge
• 25 novembre Assago (Mi), Mediolanum Forum
• 26 novembre Assago (Mi), Mediolanum Forum
• 28 novembre Padova, Kioene Arena
• 29 novembre Padova, Kioene Arena (ex PalaFabris)
• 1 dicembre Pescara, Palasport Giovanni Paolo II
• 3 dicembre Napoli, Palapartenope
• 4 dicembre Bari, Palaflorio
• 6 dicembre Reggio Calabria, PalaCalafiore
• 7 dicembre Acireale, Pal’art Hotel

Nell’attesa di questo epico inizio, Elisa non ha lasciato soli i suoi fans. Ha pubblicato da poco il videoclip ufficiale del suo ultimo singolo “Bruciare per te”, canzone di grande intensità che l’artista ha dedicato al padre, scomparso da poco. Dedica questa canzone a tutte quelle ragazze che sono o stanno diventando donne senza la presenza di un uomo importante: il papà. Sui social Elisa vuole presentare così la clip del brano:
“È un video un po’ autobiografico ed è la mia dedica a tutte le donne che hanno vissuto un’esperienza particolare, cresciute senza la figura paterna. È una dedica a tutte loro, a tutte voi, a tutte noi”.
Si tratta di una canzone che porta un testo dal grande significato e un video ricco di emozione. Le riprese del video sono state tra Mesagne (provincia di Brindisi, in Puglia) e la Riserva Naturale Torre Guaceto, in Salento, mentre la regia è stata affidata a Mauro Simionato. Al soggetto e alla sceneggiatura pensa la stessa Elisa, coinvolta in modo assoluto in questo video; infatti protagonista della clip è la stessa cantautrice. Testo e video quindi di grande impatto, come già ci aveva abituato negli anni con “No Hero”, “Scopro cos’è la felicità”, “Non fa niente ormai” o “Maledetto labirinto”, per citare solo alcune delle canzoni degli ultimi due album.

Perché andare a sentire questa grande artista? Prima di tutto perché è una delle artiste italiane che riscuote maggior successo sia nel nostro Paese sia all’estero. Secondo, ma non per importanza, perché questa donna riesce a smuovere le emozioni umane, a far vorticosamente girare i pensieri in testa. E’ capace di emozionare e di lasciare il suo pubblico, e non solo, toccati, come se avessero appena intrapreso un viaggio nella loro vita: spettatori e protagonisti insieme.

Fonti
http://www.elle.it/Showbiz/elisa-nuovo-album-on-intervista

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo