ALL’INCOLPEVOLE PORTIERE

Ad una fede, tu m’insegni,

non si dovrebbe condannare l’anima.

Non dovrebbero vincerci le grida

i salti, le urla dello stadio

in festa nella sua domenica.

Scende un fascio di luce giù dal cielo

a ricordarci l’altrove che guarda,

ad ammonire i nostri offside.

 

E si ripete puntuale l’errore,

fidarsi di buffi oggetti rotondi:

l’inarrivabile pallone

che ghigna sospeso nell’aria,

il cervello nostro che rotola

curioso giù per lo strapiombo,

un mondo impazzito che tenta

d’esistere, in qualche modo.

 

Sei un mimo alla Baudelaire,

hai qualcosa d’un San Dionigi

mentre eroico afferri il resto di te,

lanciando la morte lontano.

 

Milano, 9 aprile 2017, Stadio Giuseppe Meazza in San Siro, Milan-Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo