Milano, 16 Maggio

Non chiedere a un pittore
Di fare un ritratto che ti rappresenti
Perché sarebbe come chiedere a un poeta qualunque
Di dedicarti una poesia
Come se dovessi fare sesso per forza
Violentandoti da solo, senza mani
― E la cosa equivale
A quando Dio è costretto a industriarsi
Per creare vite inutili e che non vuole
Solo perché qualche coppia di troppo pensa di far l’amore
Mentre ciò che unisce non è nulla di più di viscosità corporee che marciscono nei fazzoletti buttati nel bidone dell’umido.

 

Credits immagine

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo