Categorie
Cinema Spettacolo

Sequel, prequel e spinoff: l’universo di Star Wars dopo Gli Ultimi Jedi

Poco dopo l’uscita di un film attesissimo come Gli Ultimi Jedi, episodio più recente della saga di Star Wars, i fan rischiano di entrare immediatamente in crisi di astinenza. Per fortuna la casa di produzione storica Lucasfilm, ora parte del colosso Disney, non li farà attendere troppo.

L’ultimo film della nuova trilogia, Episodio IX, uscirà nelle sale a dicembre 2019. Tornerà a dirigere J.J. Abrams, regista di Episodio VII: Il risveglio della forza, dopo che la collaborazione tra Lucasfilms e Colin Trevorrow, regista di Jurassic World, non è andata in porto a causa di divergenze creative. La sceneggiatura sarà firmata dallo stesso Abrams e da Chris Terrio, che ha lavorato in Justice League e Batman vs. Superman, ma finora non è stato rivelato nulla della trama. Il “working title” pare essere “Black Diamond”, ma è probabile che si tratti di un semplice titolo provvisorio privo di collegamenti con la storia.

I fan della saga non dovranno comunque accontentarsi di questo terzo e ultimo episodio della trilogia più recente. Nel 2012 la Disney, in occasione dell’acquisizione della Lucasfilm, ha annunciato di avere in cantiere una serie di spinoff e prequel ambientati all’interno dell’universo di Star Wars.

Dopo Rogue One, spinoff del 2015, uscirà a maggio 2018 Solo: A Star Wars StorySi tratta di un prequel sulle avventure di Han Solo, il contrabbandiere storicamente interpretato da Harrison Ford, che sarà ambientato prima degli eventi del primo film della saga. Anche questo progetto è stato rallentato da divergenze artistiche: i registi iniziali Chris Miller e Phil Lord sono stati sostituiti da Ron Howard. A interpretare l’iconico ruolo sarà Alden Ehrenreich, affiancato da Donald Glover nei panni di Lando Calrissian, ex contrabbandiere e storico amico di Han, introdotto in L’impero colpisce ancora. Nel cast troviamo anche Woody Harrelson nei panni di Beckett, mentore del giovane Han, Emilia Clarke (la Daenerys di Game of Thrones) e Paul Bettany. Immancabile poi il peloso amico fidato di Han, il wookie Chewbecca, che sarà doppiato in questo film da Joonas Suotamo.

Ad agosto 2017 è stato poi annunciato uno spin-off su Obi Wan- Kenobi, mentore del giovane Jedi Anakin Skywalker prima e di suo figlio Luke poi. Interpretato da Alec Guinness nella trilogia originale, Obi-Wan ha il volto di Ewan McGregor nella trilogia prequel, origin story di Anakin/Darth Vader. Stephen Daldry, regista di Billy Elliott, sarebbe coinvolto nel progetto, mentre un’eventuale ritorno di McGregor non è stato ancora confermato.

Tra altri progetti presi in considerazione e non ancora confermati dalla Lucasfilms, si parla di ulteriori spin-off sul maestro Yoda e sul cacciatore di taglie Boba Fett.

È prevista infine una nuova trilogia successiva all’ Episodio IX, di cui Rian Johnson dirigerà almeno il primo film e che avrà per protagonisti personaggi non ancora introdotti nell’universo di Star Wars.

Tra spin-off, prequel e sequel in diverse fasi di produzione, sembra quindi che la saga di George Lucas sia lontana dal concludersi, e sulla scia di un successo commerciale sempre crescente regalerà nuove storie ai fan.

[one_half]
FONTI

Time

gqitalia

empireonline

hollywoodreporter
[/one_half]

[one_half_last]
CREDITI

Copertina
[/one_half_last]

 

 

Categorie
Cinema Spettacolo

Star Wars: Gli Ultimi Jedi, magnifico punto d’incontro tra passato e futuro della saga

Dal 13 dicembre è nelle sale italiane Star Wars: Gli Ultimi Jedi, ottavo episodio della saga galattica creata da George Lucas e secondo della nuova trilogia avviata nel 2015 da Episodio VII – Il Risveglio della Forza. Trilogia strutturata intorno ad un conflitto simile a quello originale tra l’Impero galattico e l’Alleanza Ribelle: lo scontro tra il Primo Ordine, sorto dalle rovine dello stesso Impero sotto la guida del leader Snoke, e la Resistenza fondata dalla principessa Leia Organa.

Gli Ultimi Jedi sviluppa gli eventi dell’episodio precedente strutturandosi in due storyline parallele e ugualmente appassionanti.

Mentre l’ex stormtrooper Finn (John Boyega) e il (troppo) audace pilota Poe Dameron (Oscar Isaac) continuano a militare nella Resistenza tra avventure esterne e scontri interni, ritroviamo la giovane Rey (Daisy Ridley) dove l’avevamo lasciata alla fine del film precedente: ad Ach-To, l’isola su cui Luke Skywalker si è volontariamente esiliato dopo il cattivo esito dell’addestramento Jedi del nipote Kylo Ren, figlio degenere di Leia e Han Solo.

In Gli Ultimi Jedi il regista Rian Johnson, che subentra a J.J. Abrams, riesce a creare un perfetto equilibrio tra battaglie spaziali e esplosioni mozzafiato e toni più intimi e profondi.

 

Perno e punto di forza del film è poi l’armonia tra personaggi vecchi e eroi nuovi. Centrale è l’atteso ritorno di Luke Skywalker, eroe indiscusso di tutta la saga apparso per pochi secondi alla fine di Episodio VII. Ritroviamo un anziano Luke burbero e scontroso nei confronti dell’aspirante Jedi Rey, desiderosa di esplorare la sua misteriosa connessione con la Forza. Rey è un’allieva inesperta con un grande potenziale e un desiderio ostinato di apprendere, Luke è un guerriero disilluso, segnato dalla delusione e dalla solitudine. Proprio questa dinamica conflittuale tra l’eroe della prima trilogia e la protagonista della nuova è il centro di una trama intricata, sintesi e punto d’incontro tra il passato e il futuro della saga.

 

Cruciale e intrigante è anche il rapporto tra Rey e Kylo, che in questo film sviluppano un’inedita “connessione”. Nella loro interazione si rivela la complessità di entrambi e i confini tra bene e male rischiano di sfumare. Kylo Ren, interpretato da Adam Driver, ricorda il nonno Anakin/Darth Vader nella sua indecisa tendenza al lato oscuro della Forza, ma non è un banale antagonista, e certi momenti sembrano suggerire un’ulteriore evoluzione futura.

Tanti sono i motivi per cui Gli Ultimi Jedi è un film importantissimo per la saga: da sottolineare la performance straordinaria di Mark Hamill tornato nei panni di Luke dopo più di trent’anni, e l’ultima apparizione di Carrie Fisher nei panni dell’amatissima principessa Leia.

La saga di Star Wars è una fiaba ambientata nello spazio, una storia della lotta tra bene e male, di eroi e antieroi tormentati e della loro evoluzione. Una saga che ora beneficia di storie più complesse e dei progressi della tecnologia, restituendo al tempo stesso l’atmosfera dei film originali e continuando ad appassionare fan vecchi e nuovi di tutte le generazioni.

[one_half]
FONTI

CorriereDellaSera

IMDb
[/one_half]

[one_half_last]
CREDITS

Copertina

Immagine 1
[/one_half_last]