Categorie
Musica

Playlist #1 Ascensione

di Niccolò Monti

Il primo appuntamento con le playlist de Lo Sbuffo. Cercheremo di offrirvi ogni settimana una lista di canzoni per tenervi compagnia, per farvi riflettere, anche solo per ascoltare la musica per il piacere della musica. Le playlist saranno a rotazione: una settimana corrisponde ad un nuovo redattore che si cimenterà nella costruzione di una playlist secondo il suo gusto personale o secondo un tema di sua scelta.

Questa prima lista è un esperimento figurativo (o almeno, ci prova). Come dice il titolo, è un’ascensione. Man mano che le tracce si susseguiranno, l’ascolto si alzerà da canzoni calate nella natura, nel paesaggio incontaminato che rasserena e intimorisce al contempo. Lo sguardo si alza e incontra le nuvole: Modugno era inevitabile, come lo è il senso di vertigine che dà il cielo, terribile soffitto che vorremmo oltrepassare, che ci protegge dall’esterno. Una coperta celeste, nella quale le canzoni successive ci portano a volteggiare, in un volare drammatico che si risolve nella ricerca di un infinito prima irraggiungibile da sotto le nuvole. Ce lo faranno vedere le note conclusive di un soave Yann Tiersen.

Qui sotto l’aggancio a YouTube, ancora più sotto quello a Spotify. Buon ascolto!


Categorie
Letteratura Poesia

Le persone, si perdono, tra le nuvole.

Ho incontrato spesso, persone con la quale parlare di qualunque cosa,
senza 
mai confini, con la possibilità di estendermi all’infinito,
con la possibilità di colorare, fuori le righe.
Non sempre riusciamo a incontrare simili persone.
Non sempre riusciamo a incontrare persone che sono simili a noi.
Che hanno più cose in comune di quanto pensiamo, che hanno,
gli stessi turbamenti,
le stesse ferite identiche alle nostre,
le stesse idee,
la stessa visione del mondo,
gli stessi gusti musicali
le stesse idee malsane
le stesse idee giuste.
Che si pongono le stesse domande,
che si danno le stesse risposte,
che sanno cosa dire ancora prima che lo dici tu,
che l’hai pensato anche tu, ma che l’altra persona
ha avuto quei secondi in più, per dirla, e viceversa.

A volte incontri queste persone che ti lasciano parlare di qualunque cosa,
e tu ti senti finalmente capita, e pensi che anche l’altra persona
in fondo stia dicendo qualcosa di sé e invece no.
E invece, tu parli.
Ma l’altra persona no.
Tu dici tutto, e l’altra persona non sta dicendo niente.
Ma non tutte le persone sono cosi, ci sono altre persone che non dicono niente,
però ascoltano molto, e anche questo è importante,
le persone che ti ascoltano, sono importanti, non bisogna sottovalutarle.
Perché probabilmente prima o poi anche loro, parleranno,
e quel punto, sarà il tuo turno di ascoltare.
Michelangelo Da Pisa dice:
Per qualcuno sei un esempio, un errore, un ossimoro,
un dono, un appetito, un rimpianto, una fantasia,
un’utopia, una necessità, un’ucronia, un desiderio,
un’indivia, una nostalgia. Non te ne accorgi,
ma ogni giorno sei un nomade inconsapevole,
errante tra i pensieri della gente.”

Ed è cosi vero, che, a volte noi non sappiamo misurare
quanto valiamo realmente come persone, per altre persone.
Non riconosciamo subito il valore di una persona.
L’importanza da attribuirgli.
Capita anche che le persone si incontrino in tempistiche sbagliate.
Forse è colpa del tempo.
Forse è colpa mia.
Forse è colpa sua.
Forse è colpa del caso.
O forse è colpa del fatto che le persone debbano sempre perdersi tra le nuvole.

Credits