MIC Milano: vivere il cinema a 360 gradi

A Milano, per godersi un bel film non bisogna per forza andare al cinema, basta visitare il MIC, dove si può vedere qualsiasi tipo di pellicola: film, sequenze, cartoni animati, fino ad oggi chiusi negli archivi della Cineteca.

Ma la parte più interessante, non è solamente la possibilità di poter attingere ad un archivio praticamente infinito, è stare alle postazioni interattive, dove si può smontare, rimontare, doppiare sequenze cinematografiche, approfondire diverse tematiche scegliendo l’argomento, l’autore, il periodo da una vasta library (al momento 50 ore di filmati a tema), di connettersi con tutte le cineteche e archivi filmici del mondo. E’ possibile inoltre utilizzare mappe dinamiche per scoprire quali sono i set dei cinema, le sale cinematografiche della città e la loro storia.

I contenuti delle postazioni interattive sono in costante trasformazione e implementazione e permettono al visitatore di costruirsi un percorso di visita su misura e inviare sulla propria casella di posta elettronica un manifesto personalizzato o una sequenza famosa.

Le attività, insomma, non mancano. Inforcando gli occhiali Epson Moverio BT-200 si può andare a caccia dei grandi film che hanno fatto la storia del cinema con un viaggio nella Realtà Aumentata. Dai primi filmati dei fratelli Lumiére, fino al premio Oscar La grande Bellezza. Un’esperienza unica per tutti gli appassionati di cinema.

Nella sala cinematografica del MIC, invece, vengono proposte rassegne tematiche o dedicate a singoli registi della nostra cinematografica o di quella internazionale (qui il programma del mese). Una tappa obbligata, dunque, per tutti gli amanti del cinema, ma anche per i curiosi o per chi vuole passare un pomeriggio alternativo.


CREDITS

Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo