LA RAGAZZA DEL TRENO FINALMENTE SUL GRANDE SCHERMO

È giunto nelle nostre sale il tanto atteso riadattamento cinematografico del libro “The girl on the train” di Paula Hawkins, un thriller psicologico che ha catturato l’interesse di milioni di lettori in tutto il mondo.

La ragazza in questione è una trentenne fragile e psicologicamente instabile, Rachel (Emily Blunt) che ogni giorno va, senza uno scopo, a New York in treno. Nel tragitto che la porta nella Grande Mela passa prima davanti alla casa dove ora vive Tom (Justin Theroux), suo ex marito, con un’altra donna, Anna (Rebecca Ferguson) e successivamente ad una villetta vicina abitata da Megan (Haley Bennet) e Scott (Luke Evans), che rappresentano, nei pensieri di Rachel, la coppia perfetta. Così però non è; un giorno la ragazza del treno scorge Megan con un altro uomo e, inspiegabilmente, la mattina seguente Rachel si sveglia contusa e insanguinata, con la mente annebbiata dall’alcool. Adesso la sua routine è rotta e si troverà ad essere la prima sospettata nelle indagini sulla scomparsa di Megan.

La prova della Blunt è superata a pieni voti, con una perfetta interpretazione intensa e piena di angoscia, così come delle altre interpreti femminili, che incarnano i tormenti di tre donne legate al concetto di maternità. Il ritmo del film è lento nello svelare allo spettatore le storie, i segreti, le ossessioni dei vari personaggi, individui bugiardi con desideri repressi. Lo spettatore non è da subito “catturato” nella vicenda, impegnato a cercare di capire chi è chi, in questo gioco di incastri che rivelano alla fine come l’apparenza inganni.

La Taylor, alla regia, mantiene la struttura complessa presente nelle pagine del libro, fatta di salti temporali. Il film risulta un prodotto abbastanza godibile anche se non totalmente coinvolgente e avvincente, in quanto si concentra su un’indagine totalmente psicologica, tralasciando quella suspance che ci si aspetta da un thriller. Comunque sia, un po’ per nomea, un po’ per curiosità la ragazza “voyeur” sta sbancando, raggiungendo la top ten nelle sale cinematografiche italiane.

 

Credits

http://www.tgcom24.mediaset.it/cultura/paula-hawkins-la-ragazza-del-treno-un-romanzo-diventato-caso-editoriale_2118361-201502a.shtml

http://www.theitalianreve.com/la-ragazza-del-treno-il-thriller-psicologico-con-emily-blunt/?lang=it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo