Perdersi in un reticolo di vie

Mi persi nei tuoi occhi

per un attimo solo

prima di perderti

nel reticolo di vie.

Fu come amarsi

per un irreale istante.

Hai dato luce

ad un’altra ebbra notte:

e cerco quelle tue dolci luci

in quella gialla diurna

ma più non ci sei.

Ogni giorno percorro

la stessa fortunata via

ma non ci sei.

Nell’apatico caos romano

ti ho per sempre persa.

Nell’apatico caos romano

mi sei lontana

quanto un biondo d’Islanda,

tu che abiti le stesse mie vie.

 

 

credits

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo