Guida ai film e alle serie tv da vedere a gennaio

Se confrontato con il mese precedente, il calendario dei film e delle serie tv in uscita a gennaio non è ricchissimo, e un po’ ce lo si aspettava. L’inizio del 2021 era infatti stato preannunciato come il periodo in cui si sarebbe capita l’entità dei ritardi causati dal blocco delle produzioni nella primavera scorsa e della crisi dovuta alla chiusura dei cinema. Qualche titolo interessante però c’è: una serie Marvel molto attesa e una francese ispirata a un ladro gentiluomo; la versione in carne e ossa di un famoso cartone animato italiano; un mystery con Nicole Kidman e Hugh Grant (che sarebbe dovuto uscire a dicembre); e pure un documentario sulle parolacce. Anche se gli occhi sono perlopiù puntati sul nuovo film di Wonder Woman, dal cui successo – o meno – si potrebbe capire come sarà il futuro del cinema.

Le novità di gennaio: 10 film e serie tv da tenere d’occhio

The Stand (Starzplay, 3 gennaio)

Le base di questa miniserie è un romanzo, L’ombra dello scorpione, scritto da Stephen King nel 1978, eppure assai attuale. I 9 episodi sono ambientati in un mondo post-apocalittico, tra i pochi sopravvissuti a una pandemia che ha decimato la popolazione mondiale. Alcuni di questi vogliono riorganizzarsi in una società democratica, ma i loro tentativi sono ostacolati da un altro gruppo di superstiti guidato da certo “Uomo Nero”. Il cast è piuttosto importante: ci sono James Marsden, Alexander Skarsgård, Amber Heard e anche Whoopi Goldberg. Tuttavia i pareri non sono stati molto positivi.

Storia delle parolacce (Netflix, 5 gennaio)

Da dove vengono le parolacce? Chi ha deciso che fossero parolacce? E soprattutto, quanto possiamo resistere senza dire parolacce? Questa docuserie in 6 parti ripercorre la storia del turpiloquio, la sua evoluzione e il suo impatto sociale. Inoltre cerca di capire, a livello un po’ più scientifico, se queste parole considerate tabù non servano invece a farci sentire meglio, alleviando la tensione in certe situazioni. A presentarla è l’attore Nicholas Cage, con la partecipazione di scienziati e comici molto famosi.

Pieces of a Woman (Netflix, 7 gennaio)

Questo film drammatico diretto da Kornél Mundruczó segue il doloroso percorso legale e personale che una donna deve affrontare dopo aver perso il figlio durante un parto in casa, per colpa di un’ostetrica confusa e agitata. L’interprete principale è Vanessa Kirby, che peraltro ha vinto la Coppa Volpi come miglior attrice all’ultima Mostra del cinema di Venezia. Accanto a lei ci sarebbe anche Shia LaBeouf, ma il suo nome è stato un po’ oscurato da Netflix per via di alcune recenti accuse di abuso nei suoi confronti.

The Undoing (Sky Atlantic HD, 8 gennaio)

Secondo la critica statunitense Nicole Kidman e Hugh Grant sono il valore aggiunto di questa miniserie di HBO dalla trama un po’ debole. Per la precisione, si tratta di un mistery che si mette in moto quando la vita di una psicoterapeuta di successo viene sconvolta pubblicamente dalla scomparsa del marito, rivelandosi non così perfetta come pensava. La storia si basa sul romanzo Una famiglia felice, della scrittrice americana Jean Hanff Korelitz. I 6 episodi sono diretti da Susanne Bier (The Night Manager) e scritti da David E. Kelley, che insieme a Kidman aveva già lavorato a Big Little Lies.

Lupin (Netflix, 8 gennaio)

La nuova versione televisiva di Lupin è abbastanza diversa da quella del famoso cartone animato giapponese. L’ispirazione viene sempre dalle avventure di Arsenio Lupin, il ladro gentiluomo creato dallo scrittore francese Maurice Leblanc. Questa volta, però, il protagonista è un addetto alle pulizie del Louvre, che decide di prendere spunto dal celebre personaggio per vendicare il padre, vittima di un’ingiustizia per colpa di una ricca famiglia. A interpretarlo è l’attore francese Omar Sy, conosciuto soprattutto per il film Quasi amici.

WandaVision (Disney+, 15 gennaio)

La nuova serie tv originale di Disney+ è tra le uscite più attese di gennaio, e probabilmente anche del 2021. Si tratta della prima produzione Marvel creata in esclusiva per il servizio streaming, i cui eventi si collocano dopo quelli del film Avengers: Endgame, uscito nel 2019. Gli episodi (non si sa ancora quanti siano) seguono i personaggi di Wanda Maximoff e Visione, due supereroi la cui vita di periferia ricorda molto una sitcom, almeno fin quando non iniziano a sospettare che niente sia come sembra. A interpretarli sono sempre Elizabeth Olsen e Paul Bettany.

Outside the Wire (Netflix, 15 gennaio)

In un futuro poco lontano, un soldato androide viene affiancato a un pilota di droni per una missione piuttosto delicata. Il loro compito è infiltrarsi in una pericolosa zona di guerra per localizzare un dispositivo nucleare che potrebbe avere effetti apocalittici. I due attori principali sono Anthony Mackie (che nei film Marvel interpreta il supereroe Falcon) e Damson Idris (protagonista della serie Snowfall).

Fate: The Winx Saga (Netflix, 22 gennaio)

Che il genere fantasy adolescenziale piaccia o meno, questa serie è molto importante per il mercato televisivo italiano. Si tratta infatti della trasposizione – con attori in carne e ossa – della serie animata Winx Club, che fu creata nel 2004 dal fumettista Iginio Straffi ed ebbe parecchio successo per il suo racconto dell’adolescenza femminile attraverso le avventure di un gruppo di fate. La produzione è perlopiù britannica, ma ha coinvolto lo stesso Straffi, che l’ha definita una versione più cupa dell’originale, rivolta soprattutto ai fan ormai cresciuti del cartone.

Wonder Woman 1984 (28 gennaio)

Del sequel di Wonder Woman – diretto da Patty Jenkins e interpretato da Gal Gadot – si è parlato parecchio negli ultimi tempi. Perché il film precedente era stato abbastanza apprezzato. E perché dai risultati che otterrà in termini di incassi si capirà se il rilascio ibrido (cioè in contemporanea nelle sale e in streaming) possa essere una buona soluzione per il futuro del cinema, ormai piuttosto danneggiato dalla pandemia. Dai primi risultati la scelta sembra funzionare, nonostante le recensioni non siano molto entusiaste. Non si sa ancora invece dove si potrà vederlo in Italia.

La nave sepolta (Netflix, 29 gennaio)

Inghilterra, 1938. Una vedova benestante assume un uomo appassionato di archeologia poiché è convinta che sotto il suo terreno siano sepolti dei tesori antichi. Gli scavi portano a una scoperta importante, il cui valore storico potrebbe influire sul futuro incerto della nazione, che si prepara a entrare in guerra. La storia è tratta dal romanzo di John Preston, pubblicato nel 2007. Il cast comprende Carey Mulligan, Ralph Fiennes, Lily James, Johnny Flynn e Ben Chaplin.

Gli altri film in uscita a gennaio

La stanza (Prime Video, 4 gennaio)

Un thriller-horror ambientato all’interno di una casa, dove tre personaggi sono costretti a condividere un segreto che cambierà per sempre le loro vite. Il cast è composto da Guido Caprino, Camilla Filippi ed Edoardo Pesce.

Onward
(Disney+, 6 gennaio)

Un film della Pixar, che segue due fratelli elfi nella ricerca di un manufatto che potrebbe riportare in vita temporaneamente il padre defunto.

News of the World
(Netflix, 7 gennaio)

Un western dove Tom Hanks interpreta un veterano della guerra civile americana, il cui obiettivo è riportare alla sua famiglia una ragazzina che era stata rapita dai nativi.

La tigre bianca
(Netflix, 22 gennaio)

Un crime sull’ascesa di un tassista dalla povertà assoluta al successo imprenditoriale nell’India dei giorni nostri.

Le altre serie tv in uscita a gennaio

Hausen
(Sky Atlantic HD, 9 gennaio)

Un horror tedesco ambientato all’interno di un complesso residenziale infestato, che si nutre delle sofferenze dei suoi inquilini.

Hide & Seek
(Rai 4, 10 gennaio)

Un noir ucraino dove una detective piuttosto tormentata indaga sul caso di una serie di sparizioni di bambini.

Euphoria – Speciale
(Sky Atlantic HD, 25 gennaio)

Il secondo episodio speciale della serie per adolescenti di HBO, che si svolge ancora durante le feste di Natale, ma questa volta si focalizza sul personaggio di Jules.

Star Trek: Lower Decks
(Apple TV+, 22 gennaio)

Una commedia animata che segue una delle astronavi meno importanti della Flotta Stellare, il cui equipaggio deve gestire diverse anomalie.

Losing Alice
(Apple TV+, 22 gennaio)

Un thriller psicologico israeliano con protagonista una regista che sviluppa un’ossessione per una sceneggiatrice molto più giovane di lei.

Le serie tv di ritorno a gennaio

Due cose da segnarsi, se interessano: l’arrivo di Dawson’s Creek su Netflix (15 gennaio) e quello di Made in Italy su Canale 5 (13 gennaio). Per il resto, tra le serie tv di gennaio i ritorni sono parecchi:

The Good Doctor 4 (8 gennaio, Rai 2)
American Gods 3 (10 gennaio, Prime Video)
Brooklyn Nine-Nine 6 (10 gennaio, Netflix)
Disincanto 3 (15 gennaio, Netflix)
A Discovery of Witches 2 (16 gennaio, Sky Atlantic HD)
Chiami il mio agente! 4 (21 gennaio, Netflix)
Jurassic World 2 (22 gennaio, Netflix)
Prodigal Son 2 (25 gennaio, Premium Crime)
Snowpiercer 2 (25 gennaio, Netflix)
The Bold Type 4 (26 gennaio, Premium Stories)
Yellowstone 3 (29 gennaio, Sky Atlantic HD)

I documentari in uscita a gennaio 2021

Le guide di Headspace: meditazione
(Netflix, 1 gennaio)

Una docuserie che mostra tecniche, animazioni ed esperienze guidate per approcciarsi alla pratica della meditazione.

I am Greta
(Prime Video, 3 gennaio)

Il documentario biografico sull’attivista svedese Greta Thunberg e sul suo impegno nel portare le tematiche ambientali all’attenzione di tutti.

Fran Lebowitz: Una vita a New York
(Netflix, 8 gennaio)

Una conversazione tra il regista Martin Scorsese e l’autrice Fran Lebowitz, che racconta la città di New York con il suo stile diretto e sarcastico.

Marvel Studios: Legends
(Disney+, 8 gennaio)

Una docuserie dove ciascun episodio si focalizza su un solo personaggio o un momento particolare nella storia cinematografica della Marvel, per spiegare come le loro storie siano connesse e fare un ripasso in vista delle prossime serie.

CREDITS

Copertina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo