Meghan Markle

Meghan Markle: rivoluzione di stile da attrice a duchessa

Meghan Markle, moglie del principe Harry dal 2018, è sempre stata una figura rivoluzionaria per la casa reale inglese, soprattutto se paragonata alla cognata Kate Middleton. 

Statunitense, di origine afroamericana, ex attrice hollywoodiana e con un divorzio alle spalle, Meghan ha un background del tutto diverso da quello che la Royal Family ha sempre considerato. 

Il suo ingresso a Buckingham Palace ha fatto parlare i tabloid inglesi fin dall’annuncio della sua relazione con Harry: come si sarebbe abituata allo stile di vita della corona britannica? Bella, semplice e moderna, Meghan non si è mai messa da parte ma, come fece in passato Lady Diana, ha saputo reinterpretare il rigido corollario di regole inglesi attraverso il suo stile. 

Lo stile della casa reale

La diplomazia legata all’abbigliamento è uno dei temi più rilevanti per la monarchia inglese. L’abito e il look in generale si allontanano dalla semplice apparenza, ma coinvolgono una questione molto più complicata e ricca di significato. Riflettere i valori del Paese, portare in alto l’identità del popolo, omaggiare la creatività degli stilisti connazionali: sono tutte sfumature che passano attraverso il dress code inglese.

Esempio perfetto è la regina Elisabetta, che, declinando i suoi tailleur formali e suoi iconici cappellini in colori e stampe sempre diversi, ha reso la sua immagine coerente, riconoscibile, supportando allo stesso tempo l’etica della nazione. Per questo, quando Meghan ha fatto il suo ingresso nella famiglia reale, la preoccupazione fu quella di riuscire a piegare a servizio della corona inglese il suo stile americano.

Meghan Markle e lo stile prima di Harry

Fin dai tempi dei set cinematografici e televisivi, Meghan Markle ha sempre avuto una passione innata per la moda. Interesse che condivideva sul suo blog, The Tig”, insieme a consigli di stile e alimentazione, fino alla chiusura nel 2018, su diretta richiesta della Royal Family. La Markle aveva perfino una sua linea di abbigliamento, prodotta in modo etico e sostenibile.

Il cammino da attrice a duchessa di Sussex non è stato affatto semplice. Questo soprattutto perché il passato modaiolo di Meghan resta difficile da dimenticare. Abiti corti e attillati, scollature, paillettes e tacchi vertiginosi hanno caratterizzato lo stile della ex attrice, abituata a frequentare il red carpet e la prima fila delle sfilate internazionali. Per concludere in bellezza la sua carriera da fashion victim hollywoodiana, il suo look glamour è stato pure candidato ai  Teen Choice Awards 2018 insieme a quello di Blake Lively e Harry Styles.

L’ingresso a corte

Tutto cambia con il suo ingresso a corte, o almeno in parte. Perché Meghan ha saputo trovare il giusto compromesso nell’interpretare il ruolo di lady inglese.

Meghan Markle stile

Le gonne si sono allungate e sono diventate midi, i tacchi si sono abbassati, le scollature sono state ridimensionate (quando non del tutto abolite). Accanto alle rinunce ci sono stati però anche nuovi ingressi nel guardaroba di Meghan: quelli dei cappellini bon ton, delle calze color carne e dei capispalla che, indossati da lei, fanno subito tendenza.

Tra i tratti più apprezzati del suo nuovo stile restano invece le décolleté, le borse, gli chignon disinvolti e il suo semplice modo di truccarsi, per esaltare quella che è una bellezza naturale. Per le occasioni informali non mancano invece pantaloni e denim skinny, subito sold-out quando prodotti da brand conosciuti e accessibili. Oppure l’abitudine di mixare capi alla portata di tutti, come abiti di H&M o & Other Stories, insieme a pezzi di designer: dimostrazione di come la moda più accessibile non sia da escludere per una Royal Lady.

 

Gli stilisti e la sostenibilità

Per quanto riguarda gli stilisti, Meghan valorizza figure internazionali, tra cui Stella McCartney e Oscar de la Renta, senza dimenticare i creativi oltreoceano. Tra i preferiti in assoluto Clare Waight Keller, creative director di Givenchy, che ha saputo valorizzare alla perfezione la silhouette di Meghan in diverse occasioni, compreso il giorno del suo matrimonio.

Un occhio di riguardo va poi alla sostenibilità, tema da sempre caro alla duchessa di Sussex. Fin dai tempi del suo blog e della sua prima collezione di abiti, Meghan ha sempre cercato di rendere la sostenibilità una scelta alla moda, supportando molti brand dalle componenti etiche e artigiane. È il caso di Outland Denim, la cui produzione di jeans sostiene l’impiego di donne vittime di abusi in Cambogia, o Veja, brand francese di sneakers certificate fair trade. Altro lato che strizza un occhio alla sostenibilità è il riutilizzo dello stesso abito in più occasioni, di consuetudine anche per Kate Middleton.

Effetto Meghan Markle

Meghan ha ricostruito la sua immagine con sapienza, influenzando a suo modo l’abbigliamento di corte, tanto da essere considerata un’influencer di stile. I suoi outfit da duchessa hanno fatto impazzire i motori di ricerca, più che quelli della cognata Kate Middleton; in particolare quelli di Lyst, punto di riferimento per il mondo del fashion.

Alcune analisi hanno individuato i momenti più alla moda di Meghan, quelli che hanno generato il cosiddetto Meghan effect con aumenti di domanda del 216% per i suoi outfit. Tra questi, il cappotto bianco con taglio a vestaglia indossato per le foto ufficiali all’annuncio del fidanzamento con Harry: il capo è subito diventato un must, influenzando acquisti e le passerelle autunnali del periodo.

Ora che Meghan e Harry hanno rinunciato al loro incarico ufficiale e si sono trasferiti a Santa Barbara, in California, torna anche il tema del “revenge dressing”. Il termine nasce ai tempi di Lady Diana, quando nel 1994 si presentò a un party indossando un tubino nero elegante e seducente, nello stesso momento in cui l’ex marito Carlo ammetteva adulterio. 

Meghan e Harry

Un modo per mostrarsi sicura di sé e rivendicare la propria indipendenza dalle imposizioni, un po’ come ciò che accadrà allo stile di Meghan ora che può sentirsi libera di compiere le sue scelte.

Già gli abiti degli ultimi impegni ufficiali lo hanno confermato: l’abito per il The Endeavour Fund Awards in particolare, per il colore accesso, la zip dal collo fino al bordo, accompagnato da tacchi altissimi, senza giacca nonostante la pioggia.

Al contrario di Lady D, Meghan non è sola, ma lei e Harry si dirigono insieme verso questa rivincita di stile.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo