Anna serie tv Ammaniti

Guida ai film e alle serie tv da vedere ad aprile

Avvisiamo subito: aprile non è uno di quei mesi ricchi di grandi film e serie tv molto attese. Gli effetti concreti della pandemia sul mercato dell’intrattenimento audiovisivo si stanno facendo vedere adesso, a distanza di un anno dal suo inizio. Così, mentre il cinema continua a posticipare le uscite importanti in attesa della riapertura delle sale, la televisione non ha ancora pronte le nuove stagioni dei suoi titoli importanti.

Qualcosa di interessante però c’è. Ad esempio, ad aprile escono un sacco di storie di fantascienza, una nuova serie tv horror antologica, una commedia con due supereroine improbabili, e un film che potrebbe seriamente vincere ai prossimi Oscar. Anche se l’attenzione – cosa assai rara – stavolta è quasi tutta puntata su due produzioni italiane piuttosto particolari.

Le novità di aprile: 10 film e serie tv da tenere d’occhio

The Serpent (Netflix, 2 aprile)

È la storia di Charles Sobhraj, un truffatore e serial killer francese che negli anni Settanta divenne famoso per aver ucciso almeno una decina di turisti che viaggiavano dall’Europa al sud-est asiatico, lungo la rotta chiamata Hippie Trail. Gli episodi – in totale 8 – si focalizzano sui crimini di Sobhraj, sui suoi continui spostamenti insieme alla compagna Marie-Andrée Leclerc e sugli sforzi delle autorità per catturarlo. Si tratta di una coproduzione di BBC e Netflix, con protagonisti Tahar Rahim e Jenna Coleman.

Them (Prime Video, 9 aprile)

Il principio di questa serie antologica ricorda un po’ la struttura di American Horror Story. Ossia raccontare in ogni stagione una storia horror diversa, ma stavolta con molta più sottigliezza. La prima stagione si intitola Covenant, è ambientata nel 1953 e segue una famiglia afroamericana che si trasferisce dal North Carolina a Los Angeles in un quartiere da sogno, che però si rivela essere abitato da forze maligne e pericolose. La creatrice è Lena Waithe (già vista in Master of None e Westworld), una delle sceneggiatrici trentenni più apprezzate a Hollywood.

Thunder Force (Netflix, 9 aprile)

Octavia Spencer interpreta una scienziata quarantenne che ha sviluppato un sistema per trasformare le persone comuni in supereroi. Melissa McCarthy è la migliore amica che, ficcanasando nel suo laboratorio, finisce per acquisire per sbaglio dei superpoteri. Insieme formano un duo un po’ maldestro, la cui missione è salvare la città di Chicago da un cattivo interpretato da Bobby Cannavale e da un gruppo di supereroi altrettanto malvagi. Il film è scritto e diretto da Ben Falcone, già regista di diverse commedie con protagonista McCarthy, che peraltro è sua moglie.

The Nevers (Sky Atlantic HD e Now TV, 12 aprile)

Immaginatevi Bridgerton o Downton Abbey, ma in versione fantascientifica. Questa nuova serie HBO è ambientata nel 1896, nella Londra vittoriana, dove un evento inspiegabile dota alcune persone – soprattutto donne – di superpoteri. Ma la loro priorità non è salvare il mondo, bensì difendere sé stesse da chi vorrebbe eliminarle una dopo l’altra.

Il creatore della serie è Joss Whedon (lo stesso di Buffy l’ammazzavampiri), che però qualche mese fa ha lasciato la produzione. La prima stagione si compone di 10 episodi, che sono stati divisi in due parti a causa delle difficoltà produttive dovute alla pandemia. Di questi, i primi 6 usciranno in Italia nella notte tra l’11 e il 12 aprile, mentre la versione doppiata andrà in onda il 19 aprile.

Love and Monsters (Netflix, 14 aprile)

Qui siamo in un mondo post-apocalittico, dove alcune creature mostruose hanno preso il controllo della Terra ormai da sette anni, costringendo gli uomini a vivere nel sottosuolo. Tra loro, un ragazzo timido e un po’ impacciato decide di lasciare il suo bunker per rivedere la fidanzata del liceo, affrontando un pericoloso viaggio in superficie. Il film è diretto da Michael Matthews e prodotto da Shawn Levy (stesso produttore di Stranger Things). Inoltre è candidato ai prossimi Oscar per i migliori effetti speciali.

Estraneo a bordo (Netflix, 19 aprile)

Questo thriller di fantascienza si svolge a bordo di una navicella spaziale diretta verso Marte, sulla quale viaggia anche un intruso involontario. Il problema è che, a causa di un guasto, l’equipaggio scopre che non c’è sufficiente ossigeno per tutti. I suoi membri devono quindi prendere alcune decisioni drastiche per tentare di sopravvivere. Il film è diretto da Joe Penna e nel cast ci sono, tra gli altri, Anna Kendrick e Toni Collette.

Zero (Netflix, 21 aprile)

La nuova serie originale di Netflix Italia è un teen drama soprannaturale scritto da Antonio Dikele Distefano e ispirato al suo romanzo, Non ho mai avuto la mia età. Gli episodi – 8 in totale – si svolgono nella periferia milanese, dove un ragazzo timido e dotato del potere di diventare invisibile lotta per difendere il suo quartiere, benché sogni di costruirsi una vita migliore altrove. Il cast è formato perlopiù da giovani attori neri, con l’idea di dare voce al mondo ricco e sfaccettato delle sottoculture a cui appartengono i ragazzi italiani di prima e seconda generazione.

Anna (Sky Atlantic HD e Now TV, 23 aprile)

Come sopravvivrebbero i bambini, se non ci fossero gli adulti? È la premessa da cui parte uno dei romanzi più apprezzati di Niccolò Ammaniti, dal quale Sky ha tratto questa nuova serie originale. I 6 episodi sono ambientati in un mondo surreale, ormai distrutto da un virus che uccide gli adulti e risparmia solo i più piccoli. Qui una ragazzina parte alla ricerca del fratellino, seguendo soltanto le indicazioni che sua madre le ha lasciato in un quadernino. Ammaniti ha scritto la sceneggiatura della serie insieme a Francesca Manieri (Il miracolo, Il primo re, We Are Who We Are).

Senza rimorso (Prime Video, 30 aprile)

Stefano Sollima (cioè il regista di Gomorra – La serie e Suburra) ha diretto questo thriller d’azione tratto dall’omonimo romanzo dello scrittore americano Tom Clancy. La storia ha per protagonista un marine che, mentre cerca vendetta per l’omicidio della moglie, scopre una cospirazione internazionale che rischia di provocare una guerra tra Stati Uniti e Russia. Il suo dilemma, però, è che a uccidere la moglie sono stati proprio alcuni soldati russi. L’interprete principale è Michael B. Jordan.

Nomadland (Disney Plus, 30 aprile)

Dopo aver perso marito e lavoro a causa della crisi economica, una sessantenne decide di lasciare la città aziendale di Empire, nel Nevada, per attraversare gli Stati Uniti occidentali a bordo del suo furgone. Il viaggio la porta a conoscere altre persone che, esattamente come lei, hanno deciso di intraprendere una vita nomade e al di fuori delle convenzioni sociali.

Il film è un adattamento del libro scritto dalla giornalista Jessica Bruder ed è stato curato da Frances McDormand e Chloé Zhao, candidate rispettivamente come miglior attrice e miglior regista ai prossimi Oscar. In totale Nomadland ha ricevuto 6 nomination.

Gli altri film in uscita ad aprile

Madame Claude
(Netflix, 2 aprile)

La storia di Fernande Grudet, che nella Parigi degli anni Sessanta fu proprietaria di un bordello di altissimo profilo.

Genitori vs Influencer
(Sky Cinema e Now TV, 4 aprile)

Una commedia scritta e diretta da Michela Andreozzi, dove Fabio Volo interpreta un padre single alle prese con una figlia adolescente che vuole diventare influencer.

Night in Paradise
(Netflix, 9 aprile)

Un dramma coreano con protagonista un criminale in fuga che, dopo aver perso la sorella e il nipote per aver tentato di lasciare la sua gang, stringe un legame con una donna malata.

Governance – Il prezzo del potere
(Prime Video, 12 aprile)

Il film italo-francese dove l’ex direttore di un gruppo petrolifero indagato per corruzione elabora un piano per cercare vendetta, ma la situazione gli sfugge di mano.

Cosmic Sin
(Prime Video, 14 aprile)

Un film d’azione con Bruce Willis, sulla missione di un gruppo di guerrieri e scienziati che devono proteggere l’umanità da un’invasione aliena. La critica, si avvisa, non ne è rimasta molto soddisfatta.

Le altre serie tv in uscita ad aprile

Clarice
(Rai 2, 9 aprile)

Un thriller ambientato nel 1993, un anno dopo gli eventi di Il Silenzio degli innocenti, che si focalizza sul personaggio di Clarice Starling, l’agente dell’FBI nel film interpretata da Jodie Foster.

Dad Stop Embarassing Me!
(Netflix, 14 aprile)

Una comedy con protagonista Jamie Foxx, che interpreta un padre single che deve imparare a fare il genitore quando la figlia adolescente si trasferisce a casa sua.

Black Narcissus
(Disney Plus, 16 aprile)

Una miniserie britannica ispirata all’omonimo romanzo scritto da Rumer Godden nel 1939, dove un gruppo di suore che vive in una zona remota dell’Himalaya viene colpito da una serie di eventi inspiegabili che ne risvegliano il desiderio represso.

Shadow and Bone
(Netflix, 23 aprile)

L’adattamento dell’omonima trilogia fantasy scritta da Leigh Bardugo, con protagonista una soldatessa orfana e dotata di un potere che potrebbe cambiare il destino del suo mondo distrutto dalla guerra.

The Innocent
(Netflix, 30 aprile)

Un thriller spagnolo tratto dal romanzo Suburbia Killer, dello scrittore americano Harlan Coben. La storia è quella di un uomo nella cui vita si ripresentano le conseguenze di un omicidio commesso per sbaglio anni prima.

Le serie tv di ritorno ad aprile

Tra le serie che torneranno questo mese, segnaliamo Batwoman 2 su Premium Action (6 aprile); Shameless 11 su Premium Stories (13 aprile); The Handmaid’s Tale su TIMvision (29 aprile). Infine, dal 2 aprile su Disney Plus saranno disponibili tutte le stagioni di Criminal Minds.

I documentari in uscita ad aprile

I vestiti raccontano
(Netflix, 1 aprile)

Una docuserie dove alcune persone comuni raccontano storie particolari legate ai loro abiti preferiti.

Un colpo fatto ad arte
(Netflix, 7 aprile)

La storia di una nota rapina avvenuta nel 1990 al museo di Boston, dove due uomini si introdussero travestendosi da poliziotti e rubarono opere d’arte per un valore complessivo di 500 milioni di dollari.

I segreti delle balene
(Disney Plus, 22 aprile)

Una docuserie prodotta dal regista James Cameron e narrata da Sigourney Weaver, che racconta la straordinaria capacità delle balene di comunicare tra loro e costruire relazioni sociali. Per girarla sono serviti 3 anni e un viaggio in 24 diverse località.

CREDITS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo