Peter and the Wolf, il duo del prog milanese

E’ uscito lo scorso 10 gennaio l’EP di esordio dei Peter and the Wolf, duo milanese fondato da Lorenzo Ghiringhelli (voce, synth, sampling) e Pietro Marcellino (seconde voci, basso) agli inizi del 2014.

I primi brani vedono la luce in occasione degli esami universitari di composizione che deve svolgere Marcellino in Inghilterra, per i quale chiede aiuto a Ghiringhelli, stabile in Italia, anche lui in procinto di ultimare i suoi studi di ricerca musicale. Al ritorno di Pietro in Italia, nel 2015, i due già intenzionati a creare una collaborazione stabile da tempo decidono di continuare la produzione e di cominciare un percorso musicale insieme. A inizio 2016 completano la scrittura di un numero di pezzi sufficiente per la registrazione di un disco. Il pensiero comune di entrambi è quello di mantenere lo status di duo, e non la classica formazione di band.

Comincia quindi la preparazione di uno show con l’ausilio di turnisti scelti tra colleghi e amici interessati ad aiutarli, i quali suonano interamente vestiti di nero e col volto coperto da una candida maschera da lupo che richiama gli origami. Il loro sound è una fusione fra alternative rock e progressive, con basi di musica elettronica.

 

L’EP, eponimo, contiene 5 brani ed è ascoltabile in streaming su Spotify o acquistabile su iTunes e CD Baby. Il loro lavoro è pervaso da atmosfere oniriche, richiamanti il viaggio; alcuni brani, come “Eternal Second” e “Modern Prometheus”, sono più duri e tormentati mentre altri, come “Missing Link”, sono dolci e melodiosi. I testi, leggibili sul loro sito ufficiale anche tradotti in italiano, sono poetici, oscuri e parlano di amori tormentati, doppie personalità e ombre che covano nei recessi della mente umana.

Proprio in questi ultimi giorni, i Peter and the Wolf sono ai Phaser Studios per registrare le loro prime videoclip in live session; il video di “Missing Link” è già uscito il 15 aprile sul loro canale Youtube e il prossimo, “Eternal Second”, verrà pubblicato a breve.


Fonti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caro lettore, per noi de Lo Sbuffo l'educazione ad un uso consapevole del web è fondamentale. Se puoi, ti chiediamo di dedicare due minuti del tuo tempo alla lettura di questo articolo di Accademia Civica Digitale.

Con la cultura per un web migliore!

Grazie,
Lo Sbuffo